Spaghetti e sparagini

Andare a “zonzo” per i boschi in cerca di quei squisiti asparagi sarà un occasione per allontanare la pigrizia e fare un buon esercizio fisico, un eccellente rifornimento di aria pura e in più, la sera, gustare un piatto unico delizioso come quello che qui vi propongo.

Ingredienti per 4 persone

320 gr. di spaghetti al Kamut

3 cipolle fresche di tropea

2 agli freschi

1 mazzo abbondante di asparagi

20 gr di pecorino stagionato

3 cucchiai di olio evo

1 bicchiere di brodo vegetale

½ bicchiere di passito di Pantelleria

Sale e pepe q.b

Preparazione

Pulire e lavare gli asparagi, tagliarli a pezzettini fino alla parte tenera. Fare un battuto di cipolla e aglio, poi versarlo in una padella con aggiunta di 2 cucchiai di olio, mescolare bene per qualche minuto a fiamma bassa, unire gli asparagi e il brodo vegetale. Coprire e far cuocere lentamente per circa 20 minuti, scoprire, aggiungere il passito e la pancetta tagliata a dadini, alzare un po’ la fiamma e amalgamare il tutto, aggiungendo un po’ di sale e finire la cottura per altri 5 minuti. Servire con una spolverata di pepe e scaglie di formaggio.

Se non siete riusciti a trovare gli sparagini potete acquistare i classici asparagi, ma vi consiglio di scegliere quelli più piccoli perché sono più saporiti.

*** *** ***

L’asparago (Asparagus officinalis) è un alimento con azione diuretica, miotonica (capacità di regolazione della contrattilità muscolare) per il suo contenuto di acido aspartico. Essendo molto ricco di ossalati e Sali minerali è indicato nel trattamento dell’osteoporosi. Mentre non è indicato in gravidanza o in caso di calcolosi renale, ai gottosi, per chi soffre di cistite, artrite, reumatismo articolare, infiammazioni delle vie biliari, nefriti.

Giulia Zeroni

Consulente del Ben-essere su misura

(articolo pubblicato sul quotidiano “Mondoliberonline.it”, non più attivo)