LAVORI IN CORSO: CHIUSURA ANNO 2018

 

E’ giunta l’ora di lavorare veramente per te, è l’occasione per preparati a superare te stesso, andando oltre le tue paure e lasciare andare tutto ciò a cui stai rimanendo aggrappato con fatica.

Mollare la presa è l’antidoto alla lotta e conduce alla vera libertà. Resistere alla sofferenza non fa altro che amplificarla. E’ come remare controcorrente e così non si superano gli ostacoli.

Questa sera, dunque, molla gli affanni, fai un bel falò e brucia tutto ciò che è passato, ormai è passato! Certo anch’esso è utile, ma solo perché ci permette di sviluppare e rafforzare il nostro Sé autentico. Naturalmente si impara camin facendo, nelle strade che sono infinite e ognuno sceglie poi quale percorrere.

Se volgi lo sguardo verso orizzonti più luminosi sarai in grado di avere rispetto per te e per tutto ciò che ti circonda.

Metti a riposo e in silenzio la mente almeno per qualche ora. Quando la mente è stata rasa al suolo ci risvegliamo con una consapevolezza diversa, come afferma questa massima Zen, utilissima per smorzare le pesantezze: Ora che la mia casa è stata rasa al suolo, ha una vista  del cielo di gran lunga migliore. Allora il sentiero da percorrere ci appare più chiaro.

 

Impara a stare sull’onda, catturando la sua energia. Essa ti condurrà, con serenità, nel mare della vita se solo lasci che ti sospinga in avanti verso il tuo cambiamento, allora non rimarrai travolto. NON OPPORRE RESISTENZA E LASCIA ANDARE IL PESO DEL CONTROLLO, ciò vuol dire evitare sofferenza e conflitti durante i lavori in corso.

Ancora. Non scordare come i bambini vivono la vita: considerano ogni cosa come un’avventura, conservando la meraviglia negli occhi e il sorriso sulle labbra. E forse ogni passo incerto potrà comportare pure il rischio di farsi male, ma offre un’occasione per riprovare e riprovare, un’occasione di scoperta e di conquista.

Siamo noi che abbiamo costruito le nostre limitazioni e dobbiamo essere noi a liberarcene abbattendole con tutti i mezzi leciti a nostra disposizione.

Smettila di pensare a te come una vittima, demolisci anche questo pensiero perché non è assolutamente il terreno fertile per realizzare al meglio la tua vita.

Consiglio di chiudere l’anno con questa frase: “Se la vita ti sembra amara, tu sii dolce” (anonimo).

Buon lavoro e buona chiusura ovviamente con un bilancio in attivo, facendo prevaricare il cuore e non la mente. Cerca sempre di sorprendere le persone che ami con le tue gentilezze, perché sono cortesie irresistibili.

by Giulia – Shanti & Alchemy

 

Commenta l’articolo