UNA VITA ALCHEMICA PER UN’ALTRA CONCEZIONE DEL MONDO

 

L’alchimia è una combinazione gradevole di fattori diversi, un’armonia di accordi, una trasformazione. Una consapevole presa di contatto tra noi e quanto ci circonda: fatti, suoni, volti, silenzi, stimoli, oggetti, pensieri, azioni, relazioni. Una interrelazione ricca di miliardi di variabili, significati e sfumature.

Tale processo alchemico ha lo scopo di ottenere, dai pensieri, dagli atteggiamenti e dalle azioni, un risultato capace di donarci vitalità, gioia, creatività per farci pulsare al meglio con il flusso della vita e sviluppare pace, armonia e amore.

CAPACITA’ DI ARMONIZZARE I CONTRASTI NEL QUOTIDIANO. Un buon alchimista per la propria vita è quello che inizia a conoscere se stesso e gli altri nelle mille sfaccettature dell’essere e predisporsi per un cammino evolutivo e non di autodistruzione. Nel gioco della vita ogni qualvolta che si entra in contatto con un’altra anima, oppure con qualsiasi elemento o evento ambientale, si stabilisce una relazione e correlazione a cui non si può certo non partecipare senza interagire.
Un contatto autentico e diretto con la vita ha come conseguenza la scoperta della vera energia vitale che scaturisce da questo continuo scambio.

Chi ha intrapreso il difficile sentiero della scoperta di sé, chi ha già sperimentato in parte il buio più buio del buio, può trasmettere conoscenza e acquisizioni che ne derivano. Ecco che su questo blog, insieme al mio staff, pubblicherò articoli vari, proprio per darvi dei suggerimenti che possono essere utili per iniziare a intraprendere un percorso, o che possono servire almeno per uno spunto di riflessione.

L’alchimia è la chiave per comprendere profondamente come giungere alla trasformazione delle nostre più intriganti e pessime reazioni agli eventi di ogni tipo. Ma il processo alchemico necessità di perseveranza, pazienza, conoscenza, saggezza e tempo poiché non sempre i suoi tempi dipendono esclusivamente da noi.

Colui che è in grado di controllare il dolore, la frustrazione e l’infelicità, riesce a trasformare la qualità della propria vita.
Tutto ciò è appreso attraverso l’esperienza, attraverso la creazione della propria individualità, attraverso la correttezza, attraverso l’onestà, attraverso la consapevolezza, attraverso la gentilezza, attraverso l’affetto, attraverso l’Amore.

Carl Gustav Jung trasferisce l’alchimia all’interno della propria psicologia, la considera un processo connesso alla psiche e va ricercata nelle “esperienze di proiezione” dei singoli indagatori.
Si può iniziare a non dare cibo all’ Ego. Il sé ha bisogno di continue attenzioni e alla fine non ti accorgi che giorno dopo giorno esso ti ha già fagocitato nella sua rete. L’Ego si nutre di finzioni.

 Come vivere la vita? Vivere è un’arte!
Tutto dipende dalla tua trasformazione interiore. La vita è fatta di dualismo e quindi non si può essere sempre sorridenti e non si può sempre versare lacrime. Il segreto sta nel non restare aggrappati alle situazioni ma staccarsi da esse, accettarle e viverle così come si presentano, sia nel bene sia nel male, rimanendo il più possibile neutri. Così si riesce ad avere una visione migliore delle circostanze e si vive veramente il momento presente, l’unico che abbia valore.

Il giorno in cui diventerai abile nel trovare il positivo nel negativo, danzerai di gioia” (Osho).

ALCHIMIA NON SOLO PER L’INTELLETTO. Un atteggiamento alchemico lo possiamo assumere anche con il cibo, con l’abbigliamento, con le cure per la bellezza, con il divertimento, con un hobby, eccetera.

Non hai coraggio se non hai paura, quindi nonostante tutto trova la forza e prova  a dare corso al tuo nuovo viaggio.

“E se non ora quando?”, affermava il rabbino Hillel.

Buona vita!

by Giulia – Shanti & Alchemy


 

Commenta l’articolo